W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Abuso dei mezzi di correzione e disciplina se si vieta alla figlia di vedere il fidanzato.

Filed under: Famiglia,Penale,Penale,violenza privata |
In materia di abuso dei mezzi di correzione e disciplina la VI sezione penale della Suprema Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 45358 depositata il 6/12/2011, ha stabilito che si configura la citata fattispecie delittuosa se, col sequestro del cellulare vietando di svolgere lavoretti estivi, si impedisce di frequentare il fidanzato.

I coniugi, di origine albanese e di religione islamica, non volevano che la figlia frequentasse un italiano (non musulmano) perchè tale relazione avrebbe allontanato la ragazza de quelli che sono gli usi e i costumi del loro Paese d'origine e, pertanto, giustificavano il loro comportamento rifacendosi a motivazioni religiose e culturali.

I Supremi Giudici, cosi come quelli di merito, hanno ravvisato nel comportamento dei genitori albanesi i reati di violenza privata e di abuso dei mezzi di correzione e disciplina.

Inoltre la Cassazione ha precisato che, nel caso del reato di abuso dei mezzi di correzione e disciplina,  è sufficiente il dolo generico, non essendo richiesto dalla norma incriminatrice (l’art. 571 del codice penale) un ulteriore fine rispetto alla volontà di realizzare la condotta di abuso.

Torna alla Homepage

Cerca un altro argomento

Condividi questo post:
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...