Sentenze in evidenza

La riforma dell’articolo 18 non si applica ai processi in corso, lo dice la Cassazione

lavoratore-depresso

La riforma dell’articolo 18 non si applica ai processi in corso, lo dice la Cassazione
Corte di Cassazione – Sentenza 10550/2013

La Corte di Cassazione, trattando il caso di un lavoratore Telecom che era stato licenziato per aver inviato tantissimi SMS (circa 13 mila) da un telefono aziendale, provocando un ingente danno all’Azienda, ha deciso che le modifiche che sono state apportate all’articolo 18 dalla riforma del lavoro non si applicano per i procedimenti in corso ovvero per quei procedimenti iniziati prima dell’entrata in vigore della riforma.

Il licenziamento del dipendente Telecom era del 2001 e, pertanto, ciò ha permesso agli ermellini di pronunciarsi in tale direzione.

La Corte d’Appello di Napoli esaminando il caso aveva deciso in maniera difforme rispetto al giudice di primo grado e, infatti, aveva ordinato il reintegro del lavoratore e la Cassazione, chiamata in causa dall’Azienda che ha proposto ricorso, (sentenza n. 10550/2013), ha definitivamente confermato la precedente decisione affermando l’inapplicabilitaà della nuova formulazione dell’art. 18 dello Statuto dei lavoratori ai processi in corso.

oppure cerca un altro argomento

Hai trovato questa pagina interessante? Condividila sui Social Network

About Avv. Giuseppe Tripodi (1573 Articles)
Ideatore e fondatore di questo blog, iscritto all'Ordine degli Avvocati di Palmi e all'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid; Sono appassionato di diritto e di fotografia e il mio motto è ... " il talento non è mai stato d'ostacolo al successo... "
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...

1 Comment on La riforma dell’articolo 18 non si applica ai processi in corso, lo dice la Cassazione

  1. Articolo consigliato:
    La riforma dell'articolo 18 non si applica ai processi in corso, lo dice la Cassazione
    Corte di Cassazione – Sentenza 10550/2013

I commenti sono bloccati.

Invia un articolo