Sentenze in evidenza

Cassazione, è vilipendio insultare la Nazione anche se solo per sfogarsi

italia

Cassazione, è vilipendio insultare la Nazione anche se solo per sfogarsi
Suprema Corte di Cassazione Prima Sezione Penale
Sentenza n. 28730/2013

La Nazione non si insulta. Lo ha detto la Cassazione con la sentenza n. 28730 condannando un 71enne per aver pronunciato una frase che offendeva il Bel Paese.

Per i giudici della Cassazione, sfogarsi in pubblico offendendo la Nazione è “vilipendio” passibile di multa e, pertanto, ha confermato definitivamente la condanna di un anziano uomo della provincia di Campobasso al pagamento di una multa di 1000 euro perchè colpevole di essersi sfogato davanti ai Carabinieri di Montagnano e aver detto in quell’occasione, che “L’Italia è un Paese di M…

I Carabinieri nel 2005 avevano fermato l’uomo per contestargli il funzionamento di un solo faro ma l’uomo, senza troppi giri di parole e in maniera abbastanza colorita “consigliava” ai militari di andare ad arrestare i “tossici” invece di pensare al faro della sua auto.

L’uomo era stato condannato dai giudici territoriali per vilipendio alla nazione (e non anche per vilipendio nei confronti dell’Arma).

La Cassazione che ha esaminato la vicenda ha bocciato la tesi difensiva sul “diritto alla libera manifestazione di pensiero” ma anche a quella della pubblica accusa del Palazzaccio che inquadrava la vicenda come un semplice sfogo e chiedeva l’assoluzione dell’aziano signore.

 

Gli ermellini della prima sezione hanno dunque confermato la decisione dei giudici della Corte d’Appello di Campobasso respingendo il ricorso dell’uomo poichè “basta l’offesa alla nazione, cioe’ una espressione di ingiuria o disprezzo che leda il prestigio o l’onore della collettivita’ nazionale, a prescindere dai veri sentimenti nutriti” da colui che si sfoga, osservando che “l’elemento psicologico consiste nel dolo generico, ossia nella coscienza e volonta’ di ledere il prestigio e l’onore dell’intera nazione

 

Articolo 291 Codice Penale

Vilipendio alla nazione italiana
Chiunque pubblicamente [266 4] vilipende la nazione italiana è punito con la multa da euro 1.000 a euro 5.000

 

In conclusione, secondo i Supremi giudici «sia pure nel contesto di un’accesa contestazione elevatagli dai carabinieri per aver condotto un’autovettura con un solo faro funzionante, integra il delitto di vilipendio previsto dall’articolo 291 c.p., sia nel profilo materiale, per la grossolana brutalità delle parole pronunciate pubblicamente, tali da ledere oggettivamente il prestigio o l’onore della collettività nazionale, sia nel profilo psicologico, integrato dal dolo generico, ossia dalla coscienza e volontà di proferire, al cospetto dei verbalizzanti e dei numerosi cittadini presenti sulla pubblica via nel medesimo frangente, le menzionate espressioni di disprezzo, a prescindere dai veri sentimenti nutriti dall’autore e dal movente, nella specie di irata contrarietà per la contravvenzione subita, che abbia spinto l’agente a compiere l’atto di vilipendio»

 

oppure cerca un altro argomento

Hai trovato questa pagina interessante? Condividila sui Social Network

About Avv. Giuseppe Tripodi (1570 Articles)
Ideatore e fondatore di questo blog, iscritto all'Ordine degli Avvocati di Palmi e all'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid; Sono appassionato di diritto e di fotografia e il mio motto è ... " il talento non è mai stato d'ostacolo al successo... "
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...
Invia un articolo