Sentenze in evidenza

Colpo di sonno giustifica la sosta nella corsia d’emergenza

La Cassazione con la sentenza 19170 del 13 marzo 2012 (pubblicata il 18/05/2012) ha dichiarato un principio molto semplice e allo stesso tempo molto importante che interesserà sicuramente gli automobilisti.
Infatti, la Cassazione ha dichiarato legittima la sosta “pisolino” stabilendo che in caso di colpo di sonno è possibile sostare nella corsia d’emergenza.
Purtroppo, si arriva a tale decisione soltanto a seguito di un incidente. A causa dello scoppio di un pneumatico un automobile è andata a sbattere contro un Tir che sostava nella corsia d’emergenza. Nell’impatto è morto il conducente dell’automobile.

Analizzando i fatti di causa, i supremi giudici hanno proclamato l’innocenza del camionista non ravvisando nei suoi confronti alcuna responsabilità in merito all’impatto tra i veicoli.

Per i Giudici di Piazza Cavour il colpo di sonno, o meglio la stanchezza “giustifica la sosta sulla corsia di emergenza ai sensi dell’articolo 157 del Codice della strada”.

“Per sosta di emergenza si intende l’interruzione della marcia nel caso in cui il veicolo è inutilizzabile per avaria ovvero deve arrestarsi per malessere fisico del conducente o di un passeggero”.

Il malessere previsto dalla Legge come requisito per la sosta in corsia d’emergenza può anche essere una necessità fisica transitoria che non consente di proseguire la guida con il dovuto livello di attenzione: il torpore è segno premonitore di un colpo di sonno e “impone al soggetto, per concrete esigenze di tutela per sé e per gli atri utenti della strada, di interrompere la guida”.

oppure cerca un altro argomento

Hai trovato questa pagina interessante? Condividila sui Social Network

About Avv. Giuseppe Tripodi (1574 Articles)
Ideatore e fondatore di questo blog, iscritto all'Ordine degli Avvocati di Palmi e all'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid; Sono appassionato di diritto e di fotografia e il mio motto è ... " il talento non è mai stato d'ostacolo al successo... "
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...
Invia un articolo