Sentenze in evidenza

OUA : Via libera ai nuovi parametri dei compensi degli avvocati

Comunicato OUA

oua

 

 

 

 

COMUNICATO STAMPA


GIUSTIZIA, OUA: IL MINISTERO DIA URGENTEMENTE IL VIA LIBERA AI NUOVI PARAMETRI DEI COMPENSI DEGLI AVVOCATI


NICOLA MARINO, OUA: “SI FACCIA PRESTO. L’AVVOCATURA IN UNA SITUAZIONE ECONOMICA DIFFICILE”

L’OUA auspica una pronta pubblicazione delle modifiche ai parametri dei compensi degli avvocati dopo il recente parere del Consiglio di Stato. Il testo recepisce, almeno in parte, le richieste avanzate dall’avvocatura alla vigilia del Congresso Forense di Bari, migliorando le tariffe (fasce basse) precedentemente stabilite dal Ministero di Giustizia. L’Oua, quindi, chiede da un lato al Ministero guidato dalla Severino di chiarire le ragioni di questa lunga situazione di stallo e di indicare tempi e modi del definitivo varo del decreto, dall’altro al Cnf di intervenire in tal senso esprimendo un parere favorevole, in attesa di elaborare le nuove tabelle come previsto dalla nuova legge forense.
Per Nicola Marino, presidente OUA: “E’ urgente varare la nuova riformulazione dei parametri, nonostante il parere critico del Consiglio di Stato. Il testo è migliorativo e raccoglie, in parte, le proposte presentate dall’Oua e dalle Associazioni, e illustrate anche nel corso del recente Congresso Forense a Bari. Tra le novità principali l’aumento delle fasce basse, decreti ingiuntivi e precetti. Chiediamo in tal senso un impegno forte del Cnf, insieme a tutta l’avvocatura, affinché il ministero dia il via libera alle nuove tabelle: è necessario vista la grave situazione economica in cui versa la categoria”.

Roma, 14 febbraio 2013

COMUNICATO STAMPA

 

GIUSTIZIA, NICOLA MARINO, OUA: SI VADA AVANTI CON URGENZA NELLA DEFINIZIONE DEI NUOVI PARAMETRI. È UNA PRIORITÀ PER TUTTA L’AVVOCATURA

 

IL CNF RIAFFERMA ALL’ASSEMBLEA DEI DELEGATI DELL’OUA L’IMPEGNO A RISOLVERE CELERMENTE IL PROBLEMA

 

INTANTO SONO CONTINUATI OGGI GLI INCONTRI DELL’OUA CON LE FORZE POLITICHE: È STATO IL TURNO DI FERMARE IL DECLINO E DI FRATELLI D’ITALIA

Sta per concludere l’Assemblea dei delegati dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura (Oua) a Roma, presso la Cassa Forense. Nel corso dei lavori, il presidente Nicola Marino, ha rivolto un forte richiamo al segretario del Consiglio Nazionale Forense (Cnf), Andrea Mascherin, presente all’assise, affinché si affronti con priorità il nodo della revisione dei parametri, visto la grave situazione di disagio che attraversa la categoria dal punto di vista economico. In tal senso si è espresso Mascherin che ha parlato di “tempi brevi” e ha mostrato grande attenzione alle questione poste dall’Assemblea sottolineando, inoltre, il ruolo esclusivo di rappresentanza politica dell’Oua. Soddisfatto, il presidente Nicola Marino che valuta positivamente gli impegni presi dal Cnf: «Sono importanti le dichiarazioni, oggi, del segretario del Cnf, Mascherin: ha recepito le preoccupazioni e le indicazioni espresse dall’organismo di rappresentanza politica dell’avvocatura». Ma l’Oua continuerà a seguire con attenzione la vicenda: «Abbiamo già assistito al blocco dell’ipotesi migliorativa dei parametri concordata tra il Ministero e l’avvocatura a novembre – continua – in seguito all’approvazione della riforma forense e del parere critico del Consiglio di Stato e siamo consapevoli dei tempi tecnici derivanti dalle elezioni e dal cambio del Governo. Tuttavia confidiamo nelle rassicurazioni del Cnf affinché si dia una pronta risposta agli avvocati italiani che ritengono prioritario la definizione dei nuovi compensi. Non è possibile lavorare in questa situazione, soprattutto per l’esiguità delle tariffe delle fasce più basse che danneggiano la parte più debole della categoria».

Roma, 15 febbraio 2013

oppure cerca un altro argomento

Hai trovato questa pagina interessante? Condividila sui Social Network

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...
Invia un articolo