Sentenze in evidenza

Risorse pubbliche, danno erariale anche per i privati

image

Danno erariale anche per i privati che gestiscono risorse pubbliche
Suprema Corte di Cassazione – Sezioni Unite
Sentenza del 19 luglio 2013, n. 17660

La Cassazione, con la sentenza in esame ha condannato per danno erariale un amministratore di società poichè che era stato destinatario di un contributo a fondo perduto ma non ha saputo spendere le risorse pubbliche concesse.

La giurisprudenza della Corte dei Conti è costante sul punto che i anche i privati possono essere coinvolti in situazioni riguardanti danni all’erario se questi ultimi mal utilizzano le succitate risorse.

L’amministratore condannato infatti non aveva realizzato l’opera promessa e per cui gli erano stati erogati i finanziamenti e, pertanto, la Cassazione, ha formalizzato i presupposti necessari per il riconoscimento della giurisdizione della Corte dei conti per danno erariale.

Per gli ermellini sono i magistrati contabili che hanno giurisdizione per quelle situazioni riguardanti la gestione del denaro pubblico anche se si tratta di un privato.

Piazza Cavour continua affermando che la responsabilità non è unicamente della persona giuridica coinvolta ma anche di coloro che la amministrano in quanto la responsabilità erariale riguarda l’uso, la destinazione delle risorse pubbliche e ne risponde chi queste le gestisce (Cassazione sezioni unite n. 295/2013).

In conclusione, anche gli amministratori di società, nel caso in cui gestiscano denaro pubblico, possono essere chiamati a risponderne così come ha stabilito la sentenza in esame (n. 17660/2013).

oppure cerca un altro argomento

Hai trovato questa pagina interessante? Condividila sui Social Network

About Avv. Giuseppe Tripodi (1570 Articles)
Ideatore e fondatore di questo blog, iscritto all'Ordine degli Avvocati di Palmi e all'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid; Sono appassionato di diritto e di fotografia e il mio motto è ... " il talento non è mai stato d'ostacolo al successo... "
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...
Invia un articolo