Sentenze in evidenza

Donazioni tra i coniugi. La Cassazione cambia idea.

Con la sentenza n. 8018 del 21 maggio 2012, la Suprema Corte di Cassazione torna a parlare delle donazioni tra i coniugi e, in particolare, della possibilità di revoca della stessa per indegnità del donatore.

Il caso analizzato dalla Corte contrasta peró con la sentenza dello scorso novembre (la n. 22936) che, sullo stesso argomento, ha deciso in maniera totalmente opposta.

La Corte, nella sentenza appena citata, pubblicata a suo tempo anche in questo sito, aveva revocato la donazione fatta da un anziano marito in favore della giovane seconda consorte, che dopo aver ricevuto la generosa donazione (costituita da appartamenti e titoli), aveva pensato bene di lasciarlo.

In questo caso, ritenendo il comportamento della donna idoneo a integrare gli estremi della c.d “ingiuria grave” , ai sensi dell’art.801 c.c. si è potuto avere la revoca della donazione mentre nel caso recentemente oggetto d’esame dai Giudici di Piazza Cavour l’orientamento giurisprudenziale prende una diversa direzione.
Infatti, in quest’ultimo caso, è stata ritenuta inattaccabile la donazione fatta in favore di un marito, violento e fedifrago.

Per la Cassazione viene meno il possibile ripensamento perché la volontà di donare cioè l’animus con cui ci si è determinati a compiere l’atto di liberalità, è preminente rispetto alla situazione contingente, ad esempio se si dona chi poi si è rivela immeritevole.
Sull’argomento si auspica un chiarimento da parte delle SS.UU.

oppure cerca un altro argomento

Hai trovato questa pagina interessante? Condividila sui Social Network

About Avv. Giuseppe Tripodi (1573 Articles)
Ideatore e fondatore di questo blog, iscritto all'Ordine degli Avvocati di Palmi e all'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid; Sono appassionato di diritto e di fotografia e il mio motto è ... " il talento non è mai stato d'ostacolo al successo... "
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...
Invia un articolo