Sentenze in evidenza

E’ minaccia dire “ti ammazzo” alla moglie.

Durante le fasi della separazione è proprio il caso di dire che bisogna “pesare” le parole. Infatti, la Cassazione, con la sentenza n. 46542, ha stabilito che, se nel corso di un litigio, uno dei due coniugi dice all’altro  “ti ammazzo” si configura il reato di minaccia  anche se non c’è l’intenzione di passare, come si suol dire, dalle parole ai fatti.

Per i Supremi Giudici, dire “ti ammazzo” fa scattare il reato di cui sopra in quanto in grado di suscitare timore nel destinatario e limitare la sua libertà (appunto per la minaccia di una morte violenta). Con questa sentenza, la Cassazione conferma la già nota posizione presa riguardo il pieno valore della testimonianza delle parte offesa costituitasi parte civile (cosa verificatasi nel caso) ma anche l’irrilevanza della “concretezza” della limitazione.

 

oppure cerca un altro argomento

Hai trovato questa pagina interessante? Condividila sui Social Network

About Avv. Giuseppe Tripodi (1573 Articles)
Ideatore e fondatore di questo blog, iscritto all'Ordine degli Avvocati di Palmi e all'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid; Sono appassionato di diritto e di fotografia e il mio motto è ... " il talento non è mai stato d'ostacolo al successo... "
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...
Invia un articolo