Sentenze in evidenza

Non si può licenziare il lavoratore che rifiuta di cambiare postazione senza l’adeguata formazione.

La Cassazione, con sentenza n. 1401 del 31/01/2012, ha ritenuto ingiustificata e comunque non proporzionata la reazione espulsiva adottata dalla società nei confronti di un lavoratore che si è rifiutato di cambiare la postazione di lavoro senza una adeguata formazione e  una specifica informazione relativamente ai rischi temuti e connessi alla nuova attività.
Si legge in sentenza che la Corte “ha altresì evidenziato, su di un piano di valutazione comparativa del comportamento delle parti, ai sensi dell’art. 1460 c.c. e alla stregua dell’insegnamento di questa Corte, che il comportamento del lavoratore, attivo sindacalmente, era stato di rifiuto di una determinata prestazione e non di ogni prestazione e ha argomentato come esso fosse ispirato non solo al perseguimento di una tutela personale ma anche del miglioramento della sicurezza collettiva dei lavoratori in azienda.”

Mi piace                                                            home

Cerca un altro argomento
Torna alla Homepage

Loading Facebook Comments ...
Invia un articolo
Email
Print