Sentenze in evidenza

Stato di abbandono e adottabilità del minore

Stato di abbandono e adottabilità del minore
Suprema Corte di Cassazione I Sezione Civile
Sentenza 28 marzo – 30 maggio 2014, n. 12189
Presidente Salvago – Relatore Dogliotti

abbandono_minore(1)La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza che si riporta al link in fondo alla pagina, ha esaminato un interessante caso relativo all’adottabilità del minore, nel caso in cui i genitori fanno mancare allo stesso l’assistenza morale e materiale, concretizzando così una situazione di totale abbandono.

La Corte ha ribadito che, come indicato dalla L. 184/1983, “il diritto del minore a vivere nel proprio ambiente di origine sussiste fino a che non si verifichi una situazione di abbandono (mancanza di assistenza morale e materiale”.

Si legge nella sentenza “con motivazione adeguata e non illogica il giudice a quo evidenzia gli abusi sessuali del padre e del fratello sulla minore e l’atteggiamento ambivalente della madre che ha presentato denuncia, ma successivamente ha cercato di minimizzare e ridimensionare il fatto“.

Anche per i giudici di Piazza Cavour, come per quelli territoriali, “il danno subito è enorme poichè la minore “presenta un disturbo della condotta depressivo e post-traumatico di grado medio – grave da stress, nonché una sofferenza profonda“.

Inoltre, “non è in grado di reggere incontri con la madre per l’immensa sofferenza e delusione, circa l’incapacità della madre stessa di scegliere da che parte stare”.

Gli ermellini infine precisano che “la valutazione della Consulenza spetta al giudice del merito ed è insuscettibile di controllo in questa sede, se, come nella specie, è accompagnata da motivazione adeguata e non illogica e scevra da errori di diritto (tra le altre, in generale, Cass. N. 23362/2012)” pertanto, rigettando il ricorso affermano la correttezza della la sentenza impugnata dove si “ravvisa una situazione di abbandono (mancanza di assistenza materiale e morale), una prognosi di irreversibilità e una grave incidenza di tale situazione sullo sviluppo della personalità della minore“.

Articolo 1 L. 184/1983

Il minore ha diritto di essere educato nell’ambito della propria famiglia.
Tale diritto e’ disciplinato dalle disposizioni della presente legge e dalle altre leggi speciali.

Articolo 8 L. 184/1983

Sono dichiarati anche d’ufficio in stato di adottabilita’ dal tribunale per i minorenni del distretto nel quale si trovano, i minori in situazione di abbandono perche’ privi di assistenza morale e materiale da parte dei genitori o dei parenti tenuti a provvedervi, purche’ la mancanza di assistenza non sia dovuta a forza maggiore di carattere transitorio.
La situazione di abbandono sussiste, sempre che ricorrano le condizioni di cui al comma precedente, anche quando i minori siano ricoverati presso istituti di assistenza o si trovino in affidamento familiare.
Non sussiste causa di forza maggiore quando i soggetti di cui al primo comma rifiutano le misure di sostegno offerte dai servizi locali e tale rifiuto viene ritenuto ingiustificato dal giudice.

Per conoscere le motivazioni della decisione

Leggi il testo della sentenza

oppure cerca un altro argomento

Hai trovato questa pagina interessante? Condividila sui Social Network

About Avv. Giuseppe Tripodi (1574 Articles)
Ideatore e fondatore di questo blog, iscritto all'Ordine degli Avvocati di Palmi e all'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid; Sono appassionato di diritto e di fotografia e il mio motto è ... " il talento non è mai stato d'ostacolo al successo... "
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...
Invia un articolo