Sentenze in evidenza

Stato di salute, lavoro, assegno divorzile

assegno-divorzio

 

Stato di salute, lavoro, assegno divorzile
Suprema Corte di Cassazione Sezione VI Civile – 1
Ordinanza 22 ottobre 2013 – 13 febbraio 2014, n. 3365
Presidente Di Palma – Relatore Bisogni

La Corte, nel caso in esame, ha accolto quanto era stato deciso dalla corte territoriale in marito all’aumento dell’assegno divorzile perchè, secondo gli ermellini, la Corte di Palermo “ha verificato le possibilità del coniuge richiedente l’assegno di procurarsi con la propria attività lavorativa i mezzi necessari al fine di conservare un tenore di vita tendenzialmente assimilabile a quello goduto in costanza di matrimonio ma è pervenuta a una valutazione negativa in considerazione delle condizioni di salute accertate attraverso la C.T.U. sicché le deduzioni del ricorrente si presentano come una richiesta di riesame del merito della controversia inammissibile in questa sede“.

Leggi il testo completo

oppure cerca un altro argomento

Hai trovato questa pagina interessante? Condividila sui Social Network

About Avv. Giuseppe Tripodi (1574 Articles)
Ideatore e fondatore di questo blog, iscritto all'Ordine degli Avvocati di Palmi e all'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid; Sono appassionato di diritto e di fotografia e il mio motto è ... " il talento non è mai stato d'ostacolo al successo... "
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...
Invia un articolo