Sentenze in evidenza

abuso edilizio

Cassazione, reato edilizio, permanenza del reato

9 settembre 2013

Cassazione, la permanenza della suddetta fattispecie di reato non può "rivivere" una volta che i lavori sono stati ultimati e, pertanto, il successivo intervento di riedificazione realizzato su una parte persistente dell'edificio, anche se abusivo, non può costituire nuovamente la condotta di reato già precedentemente perfezionata [continua a leggere]
Invia un articolo