Sentenze in evidenza

Vietato chattare per chi è agli arresti domiciliari.

In materia di arresti domiciliari la Cassazione, con la Sentenza n. 4064/12, ha stabilito il divieto di comunicare con terzi, nel caso specifico di chattare, per chi si trova sottoposto al regime predetto detentivo.
C’è da fare una piccola precisazione, niente social network per chi si trova agli arresti domiciliari non vuol dire niente internet, per la Corte, in questi casi, l’utilizzo della rete è destinata esclusivamente per ragioni conoscitive e non per comunicare con altri a distanza. Nel caso di specie, la misura dei domiciliari è stata sostituita col carcere per l’accertata la comunicazione via chat tra coimputati.

Mi piace                                                            home

oppure cerca un altro argomento

Hai trovato questa pagina interessante? Condividila sui Social Network

About Avv. Giuseppe Tripodi (1575 Articles)
Ideatore e fondatore di questo blog, iscritto all'Ordine degli Avvocati di Palmi e all'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid; Sono appassionato di diritto e di fotografia e il mio motto è ... " il talento non è mai stato d'ostacolo al successo... "
Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...
Invia un articolo