Sentenze Cassazione

Un genitore può negare al figlio l’assegno di mantenimento? Ecco cosa dice la Cassazione

Corte di cassazione - Sentenza n. 7970 del 2 aprile 2013

Corte di cassazione – Sentenza n. 7970 del 2 aprile 2013

Un genitore può negare al figlio l’assegno di mantenimento? Ecco cosa dice la Cassazione
Corte di cassazione – Sentenza n. 7970 del 2 aprile 2013

Questa situazione spesso viene trattata dai giudici della Cassazione e, recentemente, hanno emesso una interessante sentenza che stabilisce la possibilità di revocare l’assegno nel caso in cui il figlio adulto, mantenuto dai genitori, si rifiuti di lavorare.

Lo ha deciso la Corte con la sentenza n. 7970 del 2 aprile 2013 in cui ha osservato che il figlio che rifiuta un lavoro nono ha più diritto all’assegno di mantenimento.

Il caso analizzato dagli ermellini riguardava una donna (37enne) che si opponeva al fatto che il padre la volesse privare dell’assegno.

Le ragioni del padre: dopo che la figlia ha rifiutato l’ennesima volta un lavoro ha deciso di metterla alle strette non corrispondendole più il “mensile“.

La Cassazione, richiamando alcuni precedenti, ha spiegato che “ai fini dell’esonero dell’assegno per il figlio maggiorenne è necessario che il mancato svolgimento di attività lavorativa dipenda da inerzia o da rifiuto ingiustificato“.

Leggi un altro articolo oppure cerca un altro argomento

Se hai trovato questa pagina interessante, condividila!

Exit mobile version