Sentenze Cassazione

Cassazione: cappellino e visiera aggravano il reato di rapina

Trattando il caso di un uomo condannato per rapina aggravata, la Cassazione, rigettando il ricorso proposto dall’imputato, ha stabilito che per il reato di cui sopra costituisce aggravante indossare un cappellino con visiera per non essere riconosciuto.Infatti, con la sentenza n. 26599 del 9 luglio scorso, i giudici hanno deciso che tale elemento é sufficiente per configurare l’aggravante del travisamento”.
Per la Corte “anche una lieve alterazione dell’aspetto della persona, conseguita con qualsiasi mezzo anche rudimentale, purché idoneo a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona stessa, può integrare l’aggravante del travisamento”.
Nel caso di specie “è stata rilevata l’utilizzazione da parte dell’imputato di un cappellino con visiera, giudicato idoneo al travisamento con valutazione di fatto scevra da vizi logici e non ulteriormente valutabili, come tale, in questa sede di legittimità”.

Leggi un altro articolo oppure cerca un altro argomento

Se hai trovato questa pagina interessante, condividila!

Exit mobile version