In evidenza

Cassazione: precari della Scuola … prima o poi verrete assunti.

Brutte notizie per i precari della scuola. Da Piazza Cavour infatti é arrivata la sentenza che ha rigettato il ricorso proposto da un precario che chiedeva alla Suprema Corte di essere stabilizzato o in via sostitutiva la liquidazione del risarcimento del danno per abuso dei contratti a termine.La Corte per ragioni “obiettive” disapplica il dettato comunitario giustificando la reiterazione dei contratti a termine per il personale precario. Niente corsia preferenziale per i precari della scuola né risarcimento del danno, anche perché in quest’ultimo caso lo Stato rischierebbe il fallimento.
L’AINEF fa sapere che la partita non é ancora chiusa e porterà il caso davanti alla Corte di Strasburgo in attesa che l’argomento venga in futuro riesaminato dalle Sezioni Unite.
Con la sentenza n. 10127 del 20 giugno 2012, i giudici affermano che “il conferimento dell’incarico di supplenza, specie quello annuale” sia “il veicolo attraverso il quale l’incaricato si assicura l’assunzione a tempo indeterminato in quanto, man mano che gli vengono assegnati detti incarichi, la sua collocazione in graduatorie avanza”; inoltre sostengono che “il sistema delle supplenze sia un percorso formativo selettivo attraverso il quale il personale della scuola viene immesso in ruolo in virtù di un sistema alternativo a quello del concorso per titoli ed esami”, che è una facoltà permessa dalla Costituzione in presenza di una normativa specifica.
Nelle motivazioni della sentenza la Corte si sofferma sulla “situazione privilegiata” dei supplenti  la cui “tipologia di flessibilità atipica é destinata a trasformarsi in una attività lavorativa stabile” (prima o poi…) e continua con una riflessione di carattere economico per cui “ in una situazione generale di crisi economica e di deficit di bilancio facenti parte del notorio, risparmi doverosi per riscontrarsi nel sistema di reclutamento in esame”.
In sostanza i precari devono lamentarsi meno per la flessibilità scolastica ed essere grati allo Stato perché (ripetiamo… prima o poi) verranno assunti e questi anni saranno un grosso bagaglio di esperienza.

Leggi un altro articolo oppure cerca un altro argomento

Se hai trovato questa pagina interessante, condividila!

About Avv. Giuseppe Tripodi (1668 Articles)
Ideatore e fondatore di questo blog, iscritto all'Ordine degli Avvocati di Palmi e all'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid; Sono appassionato di diritto e di fotografia e il mio motto è ... " il talento non è mai stato d'ostacolo al successo... "
Loading Disqus Comments ...

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Protected by WP Anti Spam
Invia un articolo