Sentenze Cassazione

Illegittimo il contributo di solidarietà, lo dice la Cassazione

Illegittimo il contributo di solidarietà, lo dice la Cassazione
Corte di Cassazione Sesta Sezione Civile – Ordinanza n. 2749 depositata il 5 febbraio 2013

Ancora una volta la Cassazione dice no al contributo di solidarietà sulle pensioni dei professionisti dichiarandolo illegittimo.

Con l’ordinanza n. 2749 depositata il 5 febbraio 2013 la Suprema Corte ha rigettato il ricorso depositato dalla Cassa di previdenza sei commercialisti avverso l’annullamento delle trattenute operate sulla pensione di un professionista torinese che aveva chiesto e ottenuto dalla Corte d’Appello la restituzione di €. 9700 relativi agli anni 2004-2006.

I giudici della sesta sezione civile sulla vicenda hanno osservato che «in materia di trattamento previdenziale, gli enti privatizzati non possono adottare – in funzione dell’obiettivo di assicurare l’equilibrio di bilancio e la stabilità della gestione – atti o provvedimenti che, lungi dall’incidere sui criteri di determinazione del trattamento pensionistico, impongano una trattenuta, nella specie un contributo di solidarietà (…) dovendosi ritenere tali atti incompatibili con il rispetto del principio pro-rata».

In conclusione, gli ermellini ha stabilito che gli enti pensionistici privatizzati non possono adottare decisioni «lesive dell’affidamento degli assicurati».

Leggi un altro articolo oppure cerca un altro argomento

Se hai trovato questa pagina interessante, condividila!

Exit mobile version