Sentenze Cassazione

Non è reato pubblicare sul proprio sito gli annunci di escort e prostitute.

escorttt

Pubblicare annunci hot non è reato.

Limitarsi a “pubblicare gli annunci delle prostitute nel proprio sito web” potrebbe essere considerata un’attività simile a quella svolta da molti quotidiani che pubblicano annunci pubblicitari del genere … come un servizio svolto a favore della persona che esercita meretricio e non della prostituzione, con la conseguenza della mancata concretizzazione del reato“.

Con la Sentenza n. 4443 la Cassazione spiega che “può ritenersi cristallizzato il reato nel caso in cui all’attività di mera pubblicazione si aggiunga una cooperazione tra soggetto e prostituta, concreta e dettagliata, al fine di allestire la pubblicità della donna, che si offre per gli incontri sessuali, evidentemente per rendere più allettante l’offerta e per facilitare l’approccio con un maggior numero di clienti, cooperazione esplicantesi nell’organizzazione di servizi fotografici nuovi, sottoponendo le donne a pose erotiche, ponendo in essere una collaborazione oganizzativa al fine di realizzare il contatto prostituta“.

In parole povere, una cosa è adoperarsi per il proprio sito internet altro è adopererarsi per incrementare gli incontri con le escort, solo in quest’ultimo caso il reato si concretizza.

Leggi un altro articolo oppure cerca un altro argomento

Se hai trovato questa pagina interessante, condividila!

Exit mobile version