Sentenze Cassazione

Rapporto “simbiotico” con la madre: il figlio va col padre

Rapporto “simbiotico” con la madre: il figlio va col padre

Corte di Cassazione VI Sezione Civile

Sentenza n. 23324/2016 del 16/11

Articolo a cura dell’avv. Venusia Catania

La VI sezione civile della Suprema Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 23324 del 2016, depositata il 16 novembre, ha affermato che se il figlio ha un rapporto troppo stretto con la madre si dispone il collocamento prevalente presso il padre per un corretto ed equilibrato sviluppo della crescita del bambino.

Gli ermellini hanno confermato la sentenza della Corte territoriale, rigettando il ricorso presentato dalla donna che, appunto, collocava il figlio minore presso il padre, nonostante il bambino avesse espresso senza alcuna esitazione il desiderio di continuare a vivere con la madre.

Presupposto della decisione è quello di ristabilire un equilibrio tra i rapporti che il figlio ha con entrambi i genitori, allentando il rapporto “simbiotico” che ha con la madre ed intensificando quello col padre al fine di garantirne il suo equilibrato sviluppo.

Leggi il testo della sentenza

Leggi un altro articolo oppure cerca un altro argomento

Se hai trovato questa pagina interessante, condividila!

Exit mobile version